Congresso di Sezione – 30 gennaio 2016

Quest’anno si terrà il 16° Congresso Nazionale dell’A.N.P.I., a Rimini tra il 12 e il 15 Maggio. In vista del congresso è stato preparato un documento che dovrà essere discusso nei comitati provinciali e ancora prima in tutte le sezioni. Il documento può essere scaricato qui: Documento Politico-Programmatico

Il Congresso di Sezione dell’A.N.P.I. Cannobio e Valle Cannobina è stato fissato per Sabato 30 Gennaio. L’incontro si terrà alle ore 14.30 presso la sala al primo piano del Teatro Nuovo di Cannobio. Sarà un momento molto importante per la nostra sezione perché dovremmo discutere del documento e presentare eventuali mozioni che verranno discusse al comitato provinciale. Verranno poi eletti anche i rappresentanti della sezione al congresso provinciale.copertina2

Oltre alle questioni connesse al congresso nazionale dovremmo discutere d’importanti argomenti che riguardano direttamente la nostra sezione. In particolare, dovremmo decidere se allargare la nostra sezione a comprendere tutto l’Alto Verbano e rinnovare il comitato della sezione.

Qui di seguito trovate l’ordine del giorno:

  1. Elezione del presidente e del segretario dell’assemblea;
  2. saluti delle associazioni e istituzioni presenti;
  3. elezione delle commissioni politica, elettorale e per le attività amministrative;
  4. relazione delle attività svolte e relazione finanziaria;
  5. discussione e votazione sul cambio della denominazione della sezione in “Alto Verbano”;
  6. presentazione e discussione del documento nazionale e delle mozioni della sezione;
  7. elezione del comitato di sezione;
  8. elezione dei delegati al congresso provinciale;
  9. varie ed eventuali.

Per qualsiasi informazione potete contattarci via mail anpicannobioevalle@inventati.org oppure tramite la nostra pagina Facebook ANPI Cannobio e Valle Cannobina

Vi aspettiamo numeros*!

25 aprile 2015 – 70° Anniversario della Liberazione

25_aprile_2015Sono passati ormai 70 anni da quando il 25 aprile 1945 fu liberata Milano. Questa data è stata scelta come giorno per ricordare i due anni di lotta di liberazione e conservare la memoria di vent’anni di dittatura fascista. Come ogni anno la nostra sezione organizza una serie di eventi per festeggiare la liberazione e commemorare i caduti. Quest’anno le manifestazioni si svolgeranno sia a Cannobio che a Cannero, in concomitanza con la commemorazione organizzata dai comuni dell’alto Verbano.

 

Il programma delle manifestazioni è il seguente:

Venerdì 24 Aprile, ore 21 – Sala Comunale “Pietro Carmine” in Zona Lido – Cannero

Spettacolo Musica Resistente a cura dei Folkamiseria.

 

Sabato 25 Aprile

Ore 9.30Monumento ai partigianiCannobio

Commemorazione e posa dei fiori in ricordo dei caduti

In seguito ci si trasferirà a Cannero per la commemorazione organizzata dal comune di Cannero Riviera in collaborazione con la nostra sezione e la scuola secondaria di primo grado di Cannero Riviera. Il programma è il seguente:

ore 10.30 – S. Messa.

ore 11.30 – Corteo verso il Parco delle Rimembranze, alla tomba del Cap. partigiano Nico Lazzaro (Cimitero) e al Monumento ai Caduti.

Proseguimento alla Sala Comunale “Pietro Carmine” in zona Lido:

– orazioni ufficiali;

– presentazione della mostra itinerante “Alto Verbano Culla di Libertà”.

Ore 13.00 – Pranzo in Piazzetta degli Affreschi organizzato dall’Associazione Protezione Civile di Cannero Riviera e Trarego Viggiona (in caso di cattivo tempo presso la Sala dell’Oratorio Parrocchiale).

Ore 14.30 – Apertura Mostra “Le donne nella Resistenza” presso la Casa Parrocchiale – letture a cura delle ragazze dell’Associazione Libera VCO.

Ore 15.30 – “La Repubblica dell’Utopia” spettacolo narrativo musicale di Ettore Puglisi presso la Sala Comunale “Pietro Carmine” in zona Lido

 

Qui potete trovare i volantini:

25 aprile 2015 – ANPI

25 aprile 2015 – Comune di Cannero

E anche l’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/812256228890834/

Vi aspettiamo numeros*!

Vi ricordiamo anche che per chi vuole è possibile rinnovare l’iscrizione alla sezione, per qualsiasi informazione contattateci alla nostra mail: anpicannobioevalle@inventati.org

28 Febbraio 2015 – Ricordo dell’Eccidio di Promé

Quest’anno ricorre il 70° anniversario dell’eccidio di Promé, una delle stragi fasciste più cruente perpetrate nel VCO. Qua potete trovare un breve riassunto di quanto accaduto e qualche link per approfondire:

https://anpicannobio.wordpress.com/2014/02/12/eccidio-di-trarego-25-febbraio-1945/

Quest’anno il ritrovo sarà il 28 Febbraio a Trarego con il seguente programma, che potete vedere anche su Facebook:

https://www.facebook.com/events/1537991683141938

9.00 Sala multiuso, Località San Mauro. Cerimonia di Rinnovo e ampliamento della convenzione di riconoscimento e tutela dell’area monumentale di Promé quale luogo di memoria.

LETTURA DI DOCUMENTI E TESTIMONIANZE DA PARTE DI UNA CLASSE DELL’ I.T.I.S. COBIANCHI.

10.30 TRASFERIMENTO ALL’AREA MONUMENTALE DI PROME’
(compatibilmente con le condizioni di accessibilità al sito)

11.30 AREA MONUMENTALE DI PROME’ – COMMEMORAZIONE E POSA CORONA D’ALLORO.

Alla manifestazione parteciperà il Gruppo Vocale Strumentale “Volante Cucciolo” della sezione A.N.P.I. Augusta Pavesi di Verbania.

promé

27 Settembre: 70° anniversario della Liberazione di Cannobio

Il finire dell’agosto e l’inizio del settembre del 1944, sono giornate drammatiche a Cannobio. Il 26 agosto 1944 c’è infatti uno scontro tra partigiani e nazifascisti alle Quattro Strade, con un ferito tra i partigiani (Sergio Cantaluppi) e tre morti tra i tedeschi. Tra la notte e il mattino del 27 agosto, i tedeschi compiono per rappresaglia un rastrellamento tra la popolazione, e innalzano tre70 liberazione cannobioa4 forche sulla piazza. Danno ordine al podesta’ di scegliere 40 persone da fucilare e 3 da impiccare. Il podesta’ sceglie 39 persone. Il quarantesimo sara’ lui. Il podestà riesce però a convincere i tedeschi a risparmiare la popolazione, ma 50 ostaggi vengono comunque catturati e inviati a Luino.

Il comando della divisione Piave nel frattempo si organizza e il 2 settembre attacca i presìdi nazifascisti, liberando la città. Nei giorni successivi viene liberata tutta la costa da Oggebbio a Piaggio Valamara. Il comando della “Piave” il pomeriggio del 5 settembre 1944 invia un reparto nell’alta valle Cannobina e libera anche Finero; il giorno successivo viene liberata la Val Vigezzo tra Druogno e il confine di Ponte Ribellasca. Inizia così la liberazione dell’Ossola. Proprio il giorno prima dell’inizio della Repubblica dell’Ossola, Cannobio viene però riconquistata da un reggimento di paracadutisti della Folgore insieme a truppe naziste il 9 settembre 1944, ponendo fine al breve periodo di libertà del paese-

La città di Cannobio e la nostra sezione hanno deciso di ricordare quegli eventi con una manifestazione che si terrà sabato 27 settembre. Il ritrovo è alle 9.30 al monumento ai Partigiani in zona Amore, con i saluti dell’Amministrazione comunale. Seguiranno poi gli interventi del prof. Ettore Brissa e di Erminio Ferrari.

Potete scaricare il volantino qui per diffonderlo: https://anpicannobio.files.wordpress.com/2014/09/70-liberazione-cannobio-a4.pdf

Se avete Facebook potete partecipare all’evento e condividerlo con i vostri amici (e magari mettere “mi piace” alla nostra pagina): https://www.facebook.com/events/1606021346291967/

Qualche link sulla storia di quei giorni:

http://www.ecosistemaverbano.org/scheda.html?id=1618

http://www.tarara.it/libro.php?id=59

http://www.isrn.it/dvd/dvd_chiovini/sentiero_chiovini/5_3.htm

http://www.isrn.it/dvd/dvd_chiovini/repubblica_partigiana/7_6_16.htm

28 Giugno 2014: 70° Anniversario Strage di Finero

In questi giorni di giugno ricorre il 70° anniversario del rastrellamento della Valgrande, con il quale i fascisti e i nazisti cercarono di distruggere la Resistenza nel Verbano Cusio Ossola. Vennero uccisi circa trecento partigiani e ci furono diverse fucilazioni (la più nota è sicuramente la strage di Fondotoce, in cui furono fucilate 42 persone).

Il 23 giugno avvene una di queste fucilazioni a Finero, nel comune di Malesco. Dopo torture terribili all’asilo di Malesco, in cui i fascisti e i nazisti strappano le unghie dei mani e dei piedi, i partigiani vengono trasferiti a Finero. Dietro il cimitero vengono uccise 15 persone: Mario Crescini Aloisi, Fiorentino Gallarati, Bruno Gerosa, Sebastiano Lauteri, Giorgio Longoni, Mario Martinelli, Olinto Pasetti, Serafino Paternoster, Pietro Pezzetti, Gaetano Ricci, Luciano Turati, Ugo Canotti, Giuseppe Ziliani e due Ignoti.

Si salva solo Giuseppe Zappa, che racconterà poi le terribili torture subite nell’asilo di Malesco. Rimane a ricordo dei caduti un bellissimo monumento, che vedete anche nell’immagine di copertina della nostra pagina Facebook.

Il ritrovo per ricordare i partigiani caduti sarà sabato 28 giugno alle 9.30 a Finero. Alle 10 sarà celebrata la Santa Messa e a seguire la posa di un omaggio floreale. Tra le autorità presenti Aldo Reschigna, vicepresidente della Regione Piemonte che terrà l’orazione ufficiale. Il comune di Malesco offrirà poi un rinfresco per i partecipanti.

Finero 28 Giugno 2014